Condividi
Tutto quello che hai sempre voluto sapere sul mondo di Graffitishop.it

What’s up?

Se siete tra quelli che, vedendo questo blog, si sono chiesti ‘da dove sbuca sta roba?’ cascate a pennello. Queste dieci righe servono proprio a spiegarvelo.

Era da tempo che parlavamo di mettere in piedi un bel blog per smorzare i toni e prenderci un po’ più sul ridere. Volevamo aprire una porta su questa realtà la cui unica facciata, fino ad oggi, è stato il mailorder stesso che, detto tra noi, come ogni sito dove si vendono prodotti, ogni tanto risulta decisamente freddino. E allora perchè non raccontare tutto quello che gira attorno a questo mondo? Roba tipo i retroscena, chi lavora e spinge nell’ombra progetti che spaccano, eventi e feste, libri ormai esauriti, fanze introvabili, curiosità e, perché no, anche l’aspetto culturale di questa faccenda. Insomma… cose che difficilmente avremmo potuto inserire in Graffitishop.it.

Sapete, questo non è un mondo dove una mattina ti svegli e dici: ‘ah che bella giornata, mi metterò a fare un sito che parla di graffiti’; se vuoi fare certe cose devi esserci dentro fino al collo, non si diventa cultori di questa storia da un giorno all’altro, anche se in tanti sembrano volerlo fare… specie ultimamente sbucano da ogni parte, persino dalla TV! Qui c’è gente che, ridi e scherza, nei graffiti ci è dentro fino al collo da 15 anni; tutti writer, nemmeno da chiederlo, c’è chi ha cominciato nel ‘96 mettendo in piedi Garage Magazine e chi un po’ dopo, nel 1999, ha dato alla luce Subwaynet. E come per ogni progetto con delle buone basi, negli anni le cose si sono evolute, sono cresciute e le idee si sono trasformate via via in qualcosa di sempre più spesso: dal sito di Subwaynet è nata la Bombersboard, oggi il forum Italiano più visitato d’Italia, Graffitishop.it e Graff Zoo sono nati praticamente in contemporanea nel 2002, il primo con l’intento di offrire, per la prima volta, prodotti a prezzi decenti senza dover macinare kilometri per trovarli e il secondo con lo scopo di dar luce a una rivista che rappresentasse degnamente la scena Italiana. Durante tutti questi anni, ci sono passate davanti generazioni di writer, styler e bomber, gente che è partita da zero ed ora è considerata king, gente che ha smollato dopo 2 mesi, veramente, di tutto di più.

Noi siamo rimasti sempre qui, alla ricerca di situazioni che potessero dare un apporto forte alla regina delle ’street culture’. Anche se abbiamo sputato il sangue per tenerci a galla, sembra che ce l’abbiamo fatta ma non è stato facile, credetemi. Oggi partiamo per un nuovo viaggio, con lo scopo di regalarvi qualcosa in più di questo mondo che ci ha affascinato dal primo giorno, un’inesauribile fucina di stimoli positivi.

Non è stato così anche per voi?

Lascia un Commento

Devi effettuare il login per lasciare un commento.